Quercetina : il benessere che viene dalla natura

In questo periodo piuttosto particolare, tutti con occhi puntati alla ricerca di ciò che può assicurare la propria salute contro patologie che la minacciano, in primis il Covid-19. In attesa di riuscire a coprire l'intera popolazione con la somministrazione del vaccino, la ricerca scientifica valuta i rimedi antivirali utili per contrastare gli effetti del virus, sia in via preventiva sia in aiuto alle cure. Tra i prodotti naturali, fitoterapici che aiutano l’organismo a difendersi dagli attacchi esterni aiutandolo a mantenersi in buona salute e con un'ottima protezione, aiutando nella prevenzione di malanni vari, ritroviamo la quercetina. Molti scienziati parlano di quercetina e della sua importanza nella lotta al Covid-19: da molti studi condotti – ancora in fase preliminare - sembrerebbe che questa molecola possa agire da inibitore specifico del SARS-CoV-2, perché ostacolerebbe l’attività di un enzima utile per lo sviluppo e la replicazione del Covid-19. Oltre ad essere un aiuto contro questa malattia, la quercetina ha molteplici funzioni benefiche sull'organismo scientificamente provate e tante altre in fase di studio.


Che cos'è la quercetina?

Chiamata anche quercetolo, è un pigmento vegetale che dona il colore ad alcune piante. Ancora poco nota al grande pubblico, è tuttavia un elemento importante della nostra alimentazione. Essa appartiene ad un gruppo di sostanze polifenoliche conosciute come flavonoidi, pigmenti che danno il loro colore a fiori, frutta e legumi. Tra i flavonoidi, fa più precisamente parte dei flavonoli, riconoscibili per il loro colore giallo brillante. Come gli altri flavonoidi, dei quali è considerata il più attivo, svolge un effetto sinergico con la vitamina C. Questa molecola si caratterizza anche per il suo sapore amaro.


Dove si trova?

La quercetina è ampiamente distribuita nel regno vegetale ed è naturalmente presente in numerosi alimenti, che includono le cipolle (soprattutto in quelle rosse), i broccoli, alcuni frutti e bacche, in particolar modo le mele (specialmente nella scorza), le ciliegie, gli agrumi, i frutti rossi e le bacche in generale, nell'olio di oliva, i peperoni gialli, nel vino rosso, nei vegetali a foglia verde e nelle foglie di te e persino nel caffè. I capperi risultano l'alimento che ne è più ricco in assoluto. Uno dei suoi limiti è la scarsa biodisponibilità, per questo è necessario sia assunta in concomitanza con elementi che la favoriscano. Quando introdotta attraverso i cibi, essa viene introdotta nell'organismo assieme ad altri elementi utili al suo buon funzionamento. Ma l'alimentazione da sola non è sufficiente per assimilare la dose giornaliera raccomandata (raccomandata dalla normativa italiana in quantità massima di 200mg, per evitare rischi di sovradosaggio). Per questo motivo nasce l'interesse per gli integratori alimentari di quercetolo, con i quali integrare la dieta, che permettano un apporto giornaliero più sostanzioso ma anche più facile da assimilare. Poichè inoltre è promossa l'integrazione con quercetina insieme ad altri elementi che ne favoriscono l'assorbimento, come ad esempio dicevamo prima riguardo alla vitamina C, un integratore che la combina ad essi risulta essere più efficace.


Quali sono i benefici della quercetina?

E' una sostanza naturale che rinforza le difese immunitarie. La quercetina è un elemento nutritivo estremamente benefico per l'organismo, capace di rinforzare le barriere immunitarie: permette infatti di stimolare la risposta del sistema immunitario e di regolare un'eccessiva infiammazione. Il quercetolo agisce anche sostenendo l'azione della vitamina C, un altro importante agente dell'immunità. Ne migliora gli effetti, aumenta il suo assorbimento e ne rallenta anche l'eliminazione dall'organismo. La quercetina il flavonoide maggiormente utilizzato per i disturbi metabolici e infiammatori e la principale attività attribuita è quella antiossidante: infatti contribuisce a ridurre la formazione di radicali liberi e sostanze pro-infiammatorie rivelandosi di fatto un prezioso alleato per la nostra salute.


Numerosi studi scientifici dimostrano inoltre che la quercetina svolge diverse attività

Anti-infettiva: diverse fonti le attribuiscono in particolare delle proprietà antibatteriche e antivirali. Ad esempio, la quercitina è di grande aiuto nella prevenzione delle infezione alle vie urinarie e all’infiammazione della prostata.

Antiossidante: la quercetina è anche un vero serbatoio di antiossidanti (gli antiossidanti sono molecole responsabili dell'eliminazione dei radicali liberi, gli agenti tossici che attaccano e riducono le cellule dell'organismo). L'assunzione di quercetina permette quindi di proteggere il tuo corpo dalle conseguenze deleterie dello stress ossidativo, rallenta l'invecchiamento – svolgendo una vera e propria azione antietà – e secondo alcui studi avrebbe un effetto neuroprotettivo, contribuendo a proteggere cervello e sistema nervoso. Altre fonti di studio sostengono il suo contributo alla riduzione del rischio di cancro: alcuni ricercatori hanno anche scoperto alcune sue proprietà anticancro (in modo particolare contro il cancro al pancreas). Queste ultime sarebbero dovute, tra l'altro, alla sua azione sullo stress ossidativo e alla sua capacità di inibire l'aggregazione piastrinica. Il forte potere antiossidante.

Antinfiammatoria: il suo elevato potere antiossidante inoltre la rende particolarmente utile nella riduzione dello degli stati infiammatori. L’azione di riduzione dell’infiammazione promossa dall’integrazione di questo flavonoide può essere di sostegno effettivo nel trattamento di alcuni disturbi, come allergie, fatica cronica, patologie autoimmuni come l’artrite o malattie che colpiscono il sistema cardiovascolare.

Anti-aterosclerotica: mediante l’inibizione dell’ossidazione delle LDL e il conseguente danno endoteliale arterioso, e di protezione cardiovascolare: l'assunzione di quercetina provoca anche una riduzione del livello di colesterolo cattivo (LDL), così come una diminuzione della pressione arteriosa, agendo su vari parametri come l'elasticità vascolare e la resistenza vascolare periferica. Pertanto la quercetina porterebbe quindi a una riduzione dei disturbi cardiovascolari.

Antiallergica: la quercetina è un antistaminico naturale molto efficace, esercita un' azione antistaminica (in altre parole antiallergica). L'istamina è questo mediatore chimico che svolge un ruolo importante nei fenomeni allergici: asma, raffreddore da fieno, orticaria, eczema, etc. La quercetina agirebbe stabilizzando le membrane delle cellule che rilasciano l'istamina.

A queste attività si aggiungono le seguenti: gastroprotettiva; immunomodulatoria; anti-estrogenica, per la riduzione della formazione del tessuto endometriale, per la riduzione significativa della pressione sistolica in pazienti borderline, in particolare se in sovrappeso,


Le controindicazioni

Trovandosi naturalmente in molta frutta e verdura, la quercetina è una sostanza sicura da consumare. Anche come integratore, non si sono riscontrati particolari effetti collaterali. Sfortunatamente però la quercetina non è priva di controindicazioni, se ne consiglia quindi un uso moderato e in caso di particolari patologie e trattamenti farmacologici solo dopo consultazione del proprio medico. I suoi effetti collaterali sono legati alla grande azione antiaggregante piastrinica: la quercetina ha un effetto anticoagulante che potrebbe essere molto problematico per soggetti che fanno già uso di medicinali antiaggreganti piastrinici e anticoagulanti orali. L’impiego di quercitina sotto forma di integratore viene sconsigliato anche alle donne in gravidanza o in allattamento, diversamente dall’assunzione attraverso il cibo che viene ritenuta abbastanza sicura.


La provenienza della quercitina, fattore importante per la qualità del nostro integratore alimentare

Nel nostro integratore Quercetina e Vitamina C - 120 compresse la quercetina è estratta dai boccioli di Shopora japonica (pianta appartenente alla famiglia delle Fabaceae - Leguminose) conosciuta anche come Robinia del Giappone, Acacia del Giappone, Albero Pagoda; la pianta, di origine asiatica (Cina e Corea), cresce in zone relativamente calde e temperate ed è diffusa anche nelle regioni a clima mite d'Europa. Poiché la Shopora japonica è molto ricca di quercetina, otteniamo un estratto praticamente puro che ci permette di offrirvi uno degli integratori migliori in circolazione